Fatti 5 domande datti 5 risposte

1)Fai l’attrice, diventi speaker, e ora scrivi un libro…chi te lo ha fatto fare? perchè?

Ricorderai di rifarmi questa domanda tra qualche mese, quando mi inventerò qualcosa di nuovo? 😁
Il teatro è il mio primo amore e la radio la mia realtà.
Ho sempre avuto una grande passione prima per la lettura e successivamente, senza grandi pretese, per la scrittura. Da adolescente tenevo un diario “segreto” immaginando di scrivere ad un famoso cantante di cui ero follemente innamorata (non ti dirò mai il suo nome). Ovviamente, avendo vissuto gli anni ’90, sono “figlia” della smemoranda e la mia “smemo” raggiungeva altezze improponibili, ripensandoci credo di averci incollato anche cicche masticate…
Sul perché io abbia scritto un libro avrei tante possibili risposte, ma la più plausibile è che avevo in testa una bella storia da raccontare.

2) Telefonami tra 20 anni, di cosa parla?

È la storia di Alice e Andrea, due ragazzi speciali nella loro semplicità, vivono un amore forte in un tempo che non è il loro.
Vent’anni dopo, appunto, forse il destino darà loro una seconda possibilità.
È un libro anche per chi gli anni ’90 li ha vissuti intensamente, ci sono riferimenti che riporteranno alla memoria tante piccole cose archiviate.

3) Dimenticavo, hai anche un compagno, 2 figli piccoli, quando cavolo lo hai scritto il libro?

Il libro è nato proprio grazie ai pomeriggi passati sul divano guardando il mio bambino dormire. In meno di due mesi è stato scritto, poi però grazie al mio piccolo gruppo di lettura e ai preziosi consigli di grandi amici e della bravissima editor Cristina Lattaro è definitivamente giunto a compimento. Potrei dire che è stato un terzo difficile parto.

4)Tu, la responsabile della casa editrice, le modelle, la fotografa, cosa siete una Crew di Woman Power?

😂 Non avrei mai detto che col passare degli anni mi sarei circondata di così tante donne. Ho riscoperto una vera complicità nel mondo femminile e forse sì, sono un po’ di parte ormai.

5) A parte gli scherzi vuoi ringraziare qualcuno?

Nel libro ho fatto tutti i ringraziamenti davvero dovuti e sentiti, sperando di non aver dimenticato nessuno.
Ho legami forti e amici splendidi che mi hanno sostenuta, incoraggiata e anche rimproverata nei giusti momenti.
Ringrazio in anticipo chi deciderà di acquistare e leggere “Telefonami tra vent’anni”, chi dedicherà le sue ore ai miei pensieri, chi condividerà le emozioni di Alice e Andrea.

 

Ovviamente se qualcuno volesse leggere il libro può andare serenamente su Amazon e scoprire se Barbara scrive bene.

Qui il link per comprarlo

 

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: